martedì 2 Giugno 2020
banner_cer
UNIPACE_OK
gazebi_txt_3600
banner_grande_veritas

CORIGLIANO ROSSANO (CS) – Riparte l’estate a Schiavonea, l’iniziativa di alcuni operatori turistici: “Ombrelloni gratis per le famiglie meno agiate”.

Lungomare

Sovente si parla e si scrive di promozione turistica del territorio. Rappresentanti istituzionali ed esponenti dei partiti politici si rincorrono nelle dichiarazioni dei buoni propositi in tal senso, alle quali poi, molto spesso, non fanno seguito atti degni di nota e tangibili azioni. A fare la differenza, talvolta e non di rado, attuando una vera politica di promozione turistica del territorio, sono proprio alcuni operatori del settore che, nel silenzio della rispettiva operosità, impiegano generosità e altruismo accanto alla dedizione del quotidiano lavoro al servizio della comunità.
In tale ottica – come informa con una nota il giornalista Fabio Pistoia – è opportuno segnalare un’iniziativa, a dir poco meritevole di essere denominata come “estate solidale”, ideata e realizzata dalla famiglia Carelli nell’ambito della ripartenza delle attività, per la calda stagione ormai alle porte, dello “storico” lido Nettuno, situato sul lungomare di Schiavonea, località che della movida ne è il motore pulsante dell’intera Sibaritide.
Accanto ad una considerevole dimunuizione dei prezzi per i servizi erogati alla clientela, i
titolari dello stabilimento balneare, alla luce della crisi economica determinata in larghi strati della popolazione anche a seguito dell’emergenza Covid-19, hanno deciso di mettere a disposizione, a titolo completamente gratuito e per tutta la stagione estiva, un numero di ombrelloni e lettini, al mattino e al pomeriggio, per le famiglie della città meno agiate e con figli di età non superiore ai dieci anni. Un’iniziativa che, lontano dai clamori e dai fasti della pubblicità, s’inquadra nell’ambito di quei significativi “segni” di solidarietà che possono e devono accompagnare la graduale ripresa delle nostre vite, seppur con la necessaria cautela. Da Schiavonea di Corigliano Rossano, dunque, un barlume di speranza nel solco di un’estate tutt’altro che sinonimo d’ovvietà, bensì di grandi opportunità.