PRIMARIE PD - Il reggino Marco Minniti ritira la candidatura alla segreteria nazionale

A.Q.

Tensioni dentro il Partito Democratico nuovamente in balia di polemiche e veleni. Dopo l'annunciata candidatura alla segreteria del PD, Marco Minniti fa un passo indietro "per amore del partito" e per garantire che alla leadeship vada una persona autorevole e con un'ampia maggioranza congressuale, scongiurando l'dea di un movimento quale "confederazione di concorrenti". In occasione di un'intervista rilasciata a Repubblica, l'ex ministro ha ringraziato i suoi tanti sostenitori (ricordiamo che anche a Reggio Calabria si era fatto avanti un "agguerrito" esercito di 70 giovani dem a suo sostegno, verso quale porto vireranno adesso?). E su possibili scissioni, spada di Damocle nel partito - si vociferava di un nuovo movimento guidato da Matteo Renzi- Minniti cerca di esorcizzare tale eventualità: "Spero che non ci sia alcuna scissione, sarebbe un regalo ai nazionalpopulisti. Spero davvero che nessuno pensi a una scelta del genere. Si assumerebbe una responsabilita' storica nei confronti della democrazia italiana". Con Renzi, precisa l'ex ministro, "non ci siamo sentiti".

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search