REGGIO - PRI, La Città deve scenda in Piazza a difendere l’Hospice

La sofferenza cronica raffigura un caso socio-sanitario ragguardevole. È fondamentale ribadire il diritto primario dell’uomo a non soffrire inutilmente. È dovere delle istituzioni, prima ancora che dei medici e delle associazioni, fornire le soluzioni migliori, perché questo diritto sia garantito.

I medici e le associazioni ce l’hanno messa tutta. Le istituzioni no. La notizia che il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione “Via delle Stelle” ha annunciato l’imminente chiusura dell’Hospice di Reggio Calabria, rappresenta una dolorosa ferita nei confronti dei cittadini tutti, forse la più grande. Una struttura, dove dal 2000 ci si impegna ad offrire un servizio pubblico gratuito in grado di garantire tutti gli aiuti previsti dai livelli assistenziali propri della rete di cure palliative.

Torniamo a ribadire che la cattiva amministrazione è generata da un mal governo politico. Chiediamo urgentemente al Governo, alla Regione, al Commissario Cotticelli e al primo cittadino della Città di impegnarsi nel salvataggio del presidio, non come, ma più dei loro predecessori. Lanciamo un appello a tutte le forze politiche e civili della Città, che siano di maggioranza o di minoranza: scendiamo in piazza per salvare l’Hospice. I repubblicani si impegneranno moralmente e fattivamente per dare ancora una dignità a tutte quelle persone che, già in condizioni di salute fortemente precarie, non troveranno più la dolcezza del personale Hospice.

Come repubblicani non intendiamo difendere né attaccare nessuno. Ciò che vogliamo tutelare è solo la nostra città. 

 

Partito Repubblicano Italiano

Segretario Sezione “R. Sardiello” – Reggio Calabria

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search