CONSIGLIO REGIONALE - Legge Sculco su doppia preferenza: i voti non bastano

“Oggi si è persa un'occasione per rendere migliore la nostra democrazia. Sono stato fermamente a favore della doppia preferenza in tutti questi mesi, continuo a esserlo e lo sarò fino in fondo. E' una battaglia di civiltà, ci ho creduto fino a oggi e continuerò a spendermi perché la parità di genere in politica è un dovere a cui la Calabria non può e non deve sottrarsi”.  ​Così ha commentato il presidente del Consiglio regionale Nicola Irto, dopo il voto di stamane che ha affossato la legge Sculco sulla doppia preferenza di genere. La minoranza ha scelto di non votare (13 astenuti), un voto contrario ( Orlandino Greco, che è ancora ufficialmente consigliere di maggioranza). 15 i voti favorevoli che invece non sono bastati per partorire una legge il cui iter di approvazione si trascina ormai da 4 anni, tra discussioni e rinvii.

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search