CULTURA - Agenda d'Arte: le mostre di primavera 2019

Antonino Labate

La primavera è ormai scoccata e con essa l’ora legale che, forse per le ultime volte, ci regala ulteriori quotidiani sessanta minuti di luce. Come impiegare questo tempo resta però nostra volontaria scelta. Nella speranza che almeno parte di esso lo si voglia dedicare a soddisfare i bisogni che ogni anima pulsante ha – esigenze spesso sopite dalla quotidiana routine, se non anestetizzate dal conformismo consumista o peggio da quello ideologizzato del politicamente corretto – ecco i consueti suggerimenti d’arte per arricchire di bellezza una giornata o un weekend di vacanza.  

Consigli, opportunità; caldeggiate senza mai la pretesa della completezza e memori che la primavera è anche il tempo delle allergie. Ogni rischio di anafilassi è perciò prevenuto da un vaccino privo di eventi avversi: diffidare a priori dalle occasioni in cui non solo il valore scientifico è assente ma latita persino il carattere meramente divulgativo o commemorativo per persistere solo quello commerciale. L’arte spesso è assente proprio nelle mostre, nelle gallerie, nelle accademie, sulle riviste, nelle associazioni e nei musei che più si fregiano di quel nome. Sarà sempre poi lo spirito critico di ciascuno - affinato dallo studio, dalla passione e dall’esperienza - a costituire il migliore metro di giudizio se non per la bellezza in senso assoluto, quanto meno per il proprio personale gusto. Non resta, al lettore, che scegliere.  

REGGIO CALABRIA

Fino al 9 Giugno: “Dodonaios. L’oracolo di Zeus e la Magna Grecia”: frutto della sinergia con il Museo dell’Epiro e l’Università degli Studi di Salerno, fa luce su Dodona, città dell’Epiro sede di un famoso santuario dedicato a Zeus e di un antico oracolo cui si rivolgevano pellegrini provenienti dall’intera Grecia e dal bacino del Mediterraneo. Lamine bronzee - qui esposte - recavano incise le questioni poste, soprattutto di carattere personale, ed a volte la divinazione risultava incisa a tergo. Al Museo Archeologico Nazionale – MarRC.

FERRARA

Fino al 2 Giugno: “Boldini e la moda”. Tra otto e novecento, nella Parigi capitale di modernità ed eleganza, l’opera ritrattistica di Giovanni Boldini ha nella moda - intesa non solo come insieme di abiti ed accessori, ma come fulcro espressivo della personalità – un ricco bacino di linguaggi e tendenze cui attingere per proporre i propri canoni di stile. Tra dipinti, abiti e preziosi oggetti, l’occasione è unica per immergersi ed analizzare le raffinate atmosfere della Belle Époque. A Palazzo dei Diamanti.   

 

FIRENZE

Fino al 14 Luglio: “Verrocchio, il maestro di Leonardo”, oltre centoventi opere tra dipinti, sculture e disegni, provenienti dai più prestigiosi musei del mondo, per celebrare l’artista simbolo del rinascimento a Firenze. Si tratta della prima retrospettiva mai dedicata al maestro di Leonardo, i cui anni giovanili sono qui rappresentati assieme ad opere del Ghirlandaio e di Botticelli, per poter meglio approfondire gli ultimi decenni del quattrocento. A Palazzo Strozzi ed al Museo del Bargello.

Fino al 28 Giugno: "HEROES - BOWIE BY SUKITA"; 60 fotografie di grande formato del maestro giapponese per ricordare per ricordare il Duca Bianco, si fondono con le splendide atmosfere della quattrocentesca dimora. A Palazzo Medici Riccardi.

MATERA

Fino al 30 Novembre: “Salvador Dali’. La persistenza degli opposti”. Nella capitale europea della cultura per il 2019, tra le innumerevoli mostre, svetta questo connubio perfetto tra due emblemi di unicità. Duecento opere, di cui alcune monumentali, per scoprire o riscoprire un luogo simbolo di come la bellezza sia anche continua rinascita. Complesso rupestre di Madonna delle virtù e San Nicola dei Greci.

MILANO

Fino al 2 Giugno: “Antonello da Messina – Dentro la Pittura”, organizzata con la collaborazione della Regione Sicilia, ha l’intento di indagare, grazie ai numerosi capolavori presenti ma anche ai taccuini del critico che per primo ne ricostruì il catalogo, l’opera di un artista notissimo già tra i suoi contemporanei per l’abilità ai limiti della perfezione virtuosistica. Uno dei più grandi maestri del Rinascimento. A Palazzo Reale.

Fino al 16 Giugno: “Morbelli 1853-1919”. In occasione del centenario dalla morte, la GAM-Galleria d’Arte Moderna rende omaggio al grande autore divisionista. Partendo da alcuni capolavori della collezione interna e da importanti prestiti, permette di riscoprire il periodo a cavallo tra ottocento e novecento che così tanta importanza ha rivestito per l’arte italiana.

NAPOLI

Fino al 30 Giugno: “Canova e l’antico”; la variegata produzione artistica del Canova, “l’ultimo degli antichi ed il primo dei moderni” viene presentata con disegni, bozzetti, dipinti, gessi e marmi provenienti da importantissime istituzioni internazionali. L’Ermitage di S. Pietroburgo si distingue con sei capolavori tra cui “Le Grazie”; impossibile, per i fortunati spettatori, non restare emozionati e meravigliati.                     Al MANN - Museo Archeologico Nazionale.

Fino al 30 Giugno: “Chagall. Sogno d’amore”; centocinquanta opere del grande artista russo per raccontare il suo mondo fatto di ricordi, sogno, poesia, amore, guerra: emozioni vissute sempre con stupore e fantasia dal maestro del colore.  Basilica della Pietrasanta – Lapis Museum.

ROMA

Fino al 30 Giugno: “Leonardo da Vinci. La scienza prima della scienza”. In occasione dei cinquecento anni dalla morte dell’immenso genio, l’importante polo espositivo si concentra sul suo pensiero tecnico ed umanistico. Disegni, macchine fantastiche e da guerra, riflessioni urbanistiche, scritti e quant’altro per approfondire la storia dell’ingegno e della tecnologia. Alle Scuderie del Quirinale.

Fino al 13 Ottobre: “Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione”; una riflessione, solo a tratti convenzionale o politicizzata, della figura femminile, presentata attraverso dipinti, sculture, installazioni video, materiale documentario per un panorama che sia il più variegato possibile. Già da sole, le “Vergini savie e Vergini stolte”, capolavoro simbolista di G.A. Sartorio, valgono appieno la visita. Alla GAM – Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale.

BRESCIA

Fino al 9 Giugno 2019: “Gli animali nell’arte dal Rinascimento a Ceruti”: oltre cento selezionatissime opere per raccontare il ruolo degli animali nella storia dell’arte, in particolare tra rinascimento e barocco. Un vero e proprio zoo artistico. A Palazzo Martinengo.

VENEZIA

Dall’ 11 Maggio al 24 Novembre: “May you live in interesting times”, 58° edizione della Biennale d’Arte: un must per comprendere a fondo e vivere i nostri complessi ma “interessanti tempi”. Ai Giardini della Biennale, Arsenale e varie location cittadine.

Fino al 20 Gennaio 2020: “La Pelle – Luc Tuymans”; nell’ambito del programma dedicato a mostre monografiche di grandi artisti contemporanei, è la volta di Tuymans che con 80 opere – soprattutto dipinti – tratta di argomenti privati e pubblici, presente e passato. La realtà come una nuova pelle: difficile distinguere però il vero dall’inganno. Un opera site-specific completa l’illusorio panorama. A Palazzo Grassi    .                                           

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search