MILANO - L'Ethical fashion di Milano premia la stilista cittanovese Monica Caminiti

Il
concorso dedicato alla moda ecosostenibile si è tenuto al fuori salone della città meneghina gli
scorsi 13 e 14 aprile. Lì, in quel contesto suggestivo e proiettato al futuro, Caminiti ha ottenuto il
riconoscimento come migliore designer di moda “Ecosostenibile e Tradizionalista”. A sostenere il
progetto sartoriale il principio delle “3 R” (riusa, riduci, ricicla): uno sforzo importante per giungere
fino ad un abito da sposa completamente realizzato con sacchetti di plastica biodegradabili. Un’idea
che trae origine dal rispetto dell’ambiente e dall’educazione al riciclo e al riutilizzo di materiali
ecocompatibili. Monica Caminiti, per realizzare il capo d’alta moda, ha utilizzato 450 buste
biodegradabili già utilizzate e filo bio ricavato, uniti insieme da 300mila punti uncinetto e 4mila e
200 giri forcella. Il “MoniCAminiti ecoLab” ha operato a pieno regime per raggiungere
l’importante successo di Milano. Le buste di plastica biodegradabili sono state lavorate da
professionisti, tutti cittanovesi, maestri di mestieri quali telaio, uncinetto e forcella. Tra gli altri,
Maria Sicari, Concetta De Blasio, Angela Avati, Daniela Cancelliere e Marisa Ierace. Il gruppo di
lavoro ha coinvolto anche Flora Caminiti, Concetta Giovinazzo, Giuseppe Caminiti, Titti Caminiti,
Melissa Caminiti, Antonio Raso, Guerrisi Teresa e Alessandro Bilardi. «La valorizzazione di questi
antichi mestieri attraverso nuovi percorsi produttivi e sociali – ha sottolineato Caminiti - diventa
connubio perfetto tra il passato e un futuro migliore, sempre più sostenibile e ricco di
consapevolezza».

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search