A breve distanza dalla classificazione di ben due studenti, Lorenzo Lupis ed Andrea Labate, alla gara finale delle Olimpiadi di Lingue e Civiltà Classiche ed a seguito dell’ottima performance alla finale delle Olimpiadi di Italiano a Torino di Marco Carbone che ha conquistato il settimo posto a livello nazionale, arriva un nuovo, importante riconoscimento per gli studenti del liceo scientifico “Leonardo da Vinci” di Reggio Calabria che quest’anno hanno più volte primeggiato in ambito umanistico, oltre che nelle competizioni scientifiche.

Sedici studenti del prestigioso liceo, su 115 “promossi”, provenienti da tutti i Licei classici e scientifici della Calabria, hanno conseguito presso il Liceo Classico “Pitagora” di Crotone, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, la Certificazione delle competenze di Lingua Latina. Questo titolo, promosso gratuitamente dalla Consulta Universitaria di Studi Latini (CUSL), allo scopo di incentivare lo studio liceale del Latino e valorizzare gli esiti di apprendimento linguistico raggiunti, consente ai ragazzi di arricchire il curriculum, certificando, sul modello di quanto avviene per le lingue moderne, la loro conoscenza della lingua latina, secondo i livelli A1, A2, B1.

La Dirigente, prof.ssa Giuseppina Princi, si congratula con tutti gli studenti, con i docenti curriculari (prof.ssa Aragona, prof. Arillotta, prof.ssa Caccamo, prof.ssa Catone, prof.ssa Piccolo, prof.ssa Vadalà) e con le prof.sse Canale e Labate che hanno curato il corso di preparazione.

 

Nel corso di un servizio di controllo del territorio, i Carabinieri della Stazione di Soverato
hanno notato transitare, nei pressi di viale Trento e Trieste, un’autovettura con due
soggetti, poi identificati in PONZO Romano, 48enne di Soverato, e AVERSA Alessandro,
46enne di Davoli, mentre erano intenti ad effettuare dei movimenti sospetti. Pertanto, dopo
qualche minuto di osservazione, gli operanti hanno approfondito la vicenda, sorprendendo
i due all’interno del mezzo, mentre cedevano uno spinello ad un giovane del posto. A quel
punto, intervenuti nell’immediatezza, hanno rinvenuto e sequestrato la sostanza,
segnalando poi l’acquirente all’autorità amministrativa, quale assuntore di stupefacente.
Successivamente, hanno esteso la perquisizione al veicolo ed ai domicili dei prevenuti,
rinvenendo complessivamente 10 grammi di cocaina, 12 grammi di hashish, 20 grammi di
marijuana, 1 bilancino di precisione, dosi già confezionate di stupefacente, materiale per il
confezionamento e 115 euro in banconote di vario taglio. Conseguentemente, il PONZO e
l’AVERSA sono stati tratti in arresto per detenzione in concorso ai fini di spaccio di
sostanze stupefacenti e tradotti agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida,
così come disposto dal sostituto procuratore di turno. Il materiale rinvenuto è stato
sottoposto a sequestro, per i successivi accertamenti di rito.
La Prima Sezione Penale del Tribunale di Catanzaro ha convalidato entrambi gli arresti,
disponendo per il Ponzo Romano la misura cautelare degli arresti domiciliari e per l’Aversa
Alessandro l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria nei giorni di lunedì, mercoledì
e venerdì.

Nella serata di ieri personale della Polizia di Stato appartenente alla Squadra Volante Questura, nel corso di controlli del territorio, ha tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio Y.I. di anni 19 e O.M. di anni 20, entrambi con numerosi precedenti di polizia.

I due si trovavano in una via del centro cittadino allorquando, fermati e sottoposti ad accurati controlli, venivano trovati in possesso di circa 50 gr. di marijuana già divisa in dosi e pronta per essere spacciata.

Avvisato il P.M. di turno, ne disponeva la sottoposizione alla misura degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza per direttissima.

«L’indagine annuale di Legambiente Beach Litter, condotta di recente insieme a cittadini e istituti scolastici in sei spiagge della Calabria, conferma che la cattiva gestione dei rifiuti urbani è in assoluto la prima causa della presenza di sporcizia sui litorali della regione». Lo afferma, in una nota, il deputato M5S Giuseppe d’Ippolito, della commissione Ambiente, che aggiunge: «Gli ultimi risultati dell’indagine ci dicono pure che all’inquinamento delle spiagge calabresi concorrono in misura rilevante la mancanza di depurazione, storico problema irrisolto, e la cattiva educazione ambientale». «Emergono ancora una volta – prosegue il parlamentare del Movimento 5 Stelle – le responsabilità politiche di un governo regionale sempre più sordo, che, impegnato nella propaganda elettorale e nell’apologia del presidente Mario Oliverio, anche con utilizzo illegittimo dei canali istituzionali, non comprende che la tutela dell’ambiente è tra le priorità più avvertite, non soltanto dal Papa e dai giovani che in massa hanno raccolto l’appello della minore svedese Greta Thunberg». «Per fortuna – conclude D’Ippolito – grazie anche al prezioso lavoro di associazioni, di attivisti e del ministro Sergio Costa si sta divulgando un pensiero ambientalista sempre più contagioso, ignorato dal governo Oliverio, che invece privilegia le discariche private, l’incenerimento dei rifiuti e una cultura del consumo smodato senza alcun riciclo, riuso e recupero, a danno dell’economia e della salute pubblica».

Discrezione e onorabilità hanno fatto sempre parte del nostro percorso di vita, professionale e amministrativo.

Per questo, fino ad oggi, avendo fatto una scelta ben precisa, abbiamo deciso
nel pieno riguardo di opinioni politiche differenti, di non sovrapporci in questo momento delicato, nonostante si leggano e si ascoltino inutili dietrologie.

Mai come in questo caso, però, un richiamo all’onestà intellettuale diventa necessario!Lo richiede la gente per bene, che non va presa in giro, lo richiede anchechi lavora con onestà e fa il proprio dovere.


Accanto a persone che non conoscono e non possono sapere, ve ne sono altrettante che sono ben consapevoli della realtà. 
Si predilige anteporre il disfattismo e il populismo alla progettualità e alla programmazione.

Non è corretto e leale, per esempio, parlare di necessità di “costruire
un Ufficio Europa in grado di produrre dei progetti” , pur sapendo che lo stesso esiste già da tempo, dotato di personale altamente
qualificato e in continuo aggiornamento, anche grazie agli sforzi che la nostra amministrazione ha fatto nello specifico. Non è dato sapere se si tratti di voluta e/o telecomandata distrazione.


Parlano i fatti e i numeri in materia di finanziamenti intercettati e utilizzati. Tra questi la riqualificazione del quartiere di San Domenico, il piano locale per il lavoro terre jonico silane, l’elaborazione di strategie di sviluppo urbano sostenibile per un finanziamento pari a quasi diciannove milioni di euro, i finanziamenti per il consolidamento sismico ed efficienza energetica di diversi istituti scolastici (Fondi MIUR) o per la costruzione di un polo scolastico per l’infanzia e la realizzazione di un centro diurno per disabili adulti e tanto altro ancora.

Tutto frutto di intenso lavoro di 18 mesi di amministrazione in perfetta sinergia con gli Uffici che non vanno “ costruiti”, ma semmai, potenziati.


Una cosa è tacere per ragioni di strategia politica altra è perseverare e diffondere informazioni errate a danno di chi lavora senza mai risparmiarsi.

Non è disconoscendo le realtà esistenti e i meriti di chi ha lavorato con abnegazione nell’esclusivo interesse del territorio che si fa campagna elettorale e soprattutto non può farlo chi in qualità di già consigliere comunale in 18 mesi non ha mai varcato la soglia di determinati Uffici per accostarsi a grandi temi (POR, politiche attive per il lavoro, Mibact, PLL , ecc. ).


Come anche il millantare dai palchi di “aver fatto saltare delle nomine nel personale dell’amministrazione” , risponde al falso !


Ci spiace constatare che nella scelta delle tematiche trattate sui palchi, emerge, senza ombra di dubbio, come sia chiara la direzione artistica, mal riuscita però, di chi muove le fila di un burattino scoordinato che si propone come rottamatore dell’ultima ora ma è guidato dai dinosauri della peggior burocrazia e politica.


L’auspicio è che in questi ultimi giorni di campagna elettorale si elevi la qualità del confronto, senza necessariamente ricorrere a falsità e bugie o spargere veleni sulle persone.

 
Già assessori ex Comune di Rossano - Dora Mauro e Serena Flotta .

 
 
Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search