“L'approvazione della legge regionale sulla sistema del cinema e dell'audiovisivo in Calabria pone le condizioni  per dare un nuovo impulso a questo settore che ha già visto un rinnovato protagonismo grazie al risanamento e al sostegno  alla Fondazione Film Commission  voluta dal presidente Mario Oliverio”.

Con queste parole l’assessore regionale alla cultura Maria Francesca  Corigliano esprime la propria soddisfazione per l’approvazione a maggioranza in Consiglio regionale della legge sul cinema e l’audiovisivo, relatore Michele Mirabello.

“Con questa legge – prosegue l'esponente della Giunta Oliverio -,  che prevede la presenza di autori calabresi, si mettono in atto misure per sostenere la creazione di reti di cinema sul territorio con particolare riguardo alle zone piu periferiche ma anche con azioni volte alla formazione del pubblico a partire da quello  giovane. La   Calabria potrà essere valorizzata come un set cinematografico in cui le bellezze naturali, paesaggistiche e  i beni culturali  potranno costituire un forte attrattore per le produzioni nazionali e internazionali. La legge  - specifica ancora l’assessore Corigliano - stabilisce anche il coinvolgimento degli enti locali del sistema produttivo e delle imprese. Il settore è complesso e richiede interventi integrati. Pertanto, assumere la Calabria come set cinematografico significa anche creare occasioni di lavoro per tante maestranze e tanti tecnici del territorio  per i quali si prevedono specifiche opportunità di formazione. Soprattutto significa investire nel potenziale turistico di questa regione poiché la migliore pubblicità  è  proprio quella di mostrare attraverso la produzione e la diffusione di film, ad un pubblico nazionale e internazionale, le bellezze della nostra Calabria”. 

 
 

Per consentire di effettuare su via Caloprese i lavori di ingegnerizzazione delle reti idriche di distribuzione urbana e quelli di manutenzione straordinaria e di infrastrutturazione delle reti funzionali al miglioramento della gestione del servizio di distribuzione idrica e alla riduzione delle perdite, il Comando della Polizia Municipale ha disposto da mercoledì 19 giugno al 19 luglio la modifica della vigente disciplina della mobilità sull’area interessata, al fine di garantire condizioni di sicurezza agli addetti ai lavori e limitare i disagi agli utenti della strada.

In virtù delle modifiche ritenute necessarie, è stato disposto il restringimento della carreggiata, dal 19 giugno al 19 luglio, su via Caloprese, nel tratto compreso tra Piazza Loreto e Piazza Europa. Inoltre, è stato istituito, per lo stesso periodo, il divieto di transito, sulla corsia riservata, a tutte le categorie di veicoli, fatta eccezione per i mezzi di cantiere della ditta che eseguirà i lavori.

Sarà debitamente segnalato ed indicato il percorso pedonale con appositi cartelli.

Le linee bus, urbane ed extraurbane, subiranno per la circostanza quelle modifiche di percorso e di fermata necessarie allo svolgimento degli stessi lavori.

 

“È tempo di offrire chances concrete ai nostri giovani, attraverso una sinergia virtuosa fra pubblico e privato. A Cosenza è stato fatto, in vari settori, anche in quello delle attività produttive, nel settore della ristorazione e del food di qualità, consentendo a giovani imprenditori di realizzare modelli d'impresa a loro volta generatori di occupazione, in una visione che rifugge le logiche del passato a sostegno dello sviluppo e quindi delle buone idee”.

Lo affermano, in una nota congiunta, l'Assessore alla crescita economica urbana del Comune di Cosenza, Loredana Pastore, e il consigliere comunale Gisberto Spadafora, componente della commissione consiliare attività economiche e produttive.

“Riteniamo – sottolineano ancora Loredana Pastore e Gisberto Spadafora - che questo modello o modelli simili possano essere replicati perché la provincia di Cosenza è una delle più ricche di prodotti tipici e soprattutto di sapori tradizionali ben declinati nei piatti che il territorio è capace di esprimere. Questa può essere – aggiungono l'Assessore Pastore e il consigliere Gisberto Spadafora - la chiave di volta anche per rivitalizzare i nostri borghi che devono trasformarsi in presìdi dei nostri marcatori identitari.

Qualche anno fa, un nostro concittadino, partito da Caloveto, è riuscito nell'impresa di realizzare la più grande rete di pizzerie di Milano di cui è diventato titolare. Un'affermazione, la sua, che se da un lato ci inorgoglisce, dall'altra ci lascia con l'amaro in bocca al solo pensiero di dover constatare che un altro talento ha dovuto lasciare la nostra terra per avere un riconoscimento lavorativo altrove. Crediamo che le istituzioni e la politica, sia a livello locale, ed ancor più a livello regionale, debbano avere come obiettivo primario quello di porre un argine alla fuga di cervelli che sta desertificando la Calabria. In attesa che chi, come il nostro concittadino partito da Caloveto, decida di investire anche in Calabria, iniziamo a costruire le precondizioni, abbandonando quelle politiche del lavoro che anziché essere attive, generano soltanto frustrante assistenza per i nostri ragazzi. Accanto a questo, si faccia in modo di dar vita a modelli virtuosi di formazione reale, frutto di specifiche richieste di imprenditori illuminati. A Cosenza questa sperimentazione ha dato i suoi frutti in diversi settori: quelli del food, del tessile, della moda, dell'artigianato, del turismo enogastronomico.

Se si riesce a far questo e ad esportare anche questo modello su scala regionale – concludono Pastore e Spadafora – potremo dire di aver dato il nostro contributo alla crescita della nostra terra. Grazie ai fondi europei possiamo farlo in aree e dimensioni più vaste e creare lavoro vero senza alimentare inutili illusioni”.

 

Grateful! In più di mille hanno partecipato allo spettacolo commemorativo dei venti anni di attività della NewEurodance Academy. Il PalaEventi di Corigliano-Rossano per una notte si è messo il vestito del musical è ha ballato per ore i ritmi della commedia di Broadway perfettamente armonizzati dalla maestra di danza Sandra Galati e dall’actor coach Davide De Giorgi. Uno spettacolo che ha percorso tappa dopo tappa i quattro lustri di storia della celebre accademia di arti espressive con sede a Crosia Mirto e che ormai da anni è diventata punto di riferimento per quanti da questo territorio vogliano percorrere la carriera professionistica di ballerini e attori teatro.

Soddisfatta e commossa la direttrice e fondatrice nonché prima maestra della NewEurodance Academy, Sandra Galati che ha firmato la regia delle circa tre ore di spettacolo andate in scena ieri sera (domenica 16 giugno) al PalaEventi di Via Candiano di Corigliano-Rossano, nel centro urbano di Rossano.

«Grateful! Solo per dire grazie – ha detto Galati ai margini dell’evento – a quanti in questi lunghi ed intensissimi anni ci hanno dato fiducia e la possibilità di trasmettere a tante generazioni di giovani di avvicinarsi alla danza, al musical e al teatro. Questa è stata una tappa importante di un percorso che ci auguriamo possa essere ancora carico di soddisfazioni e di successi per noi ma soprattutto per i nostri allievi e le loro famiglie che continuano a sceglierci come realtà di riferimento per avvicinarsi, conoscere e crescere nel meraviglioso mondo delle arti espressive. Ripartiamo da questi venti anni che per noi sono un nuovo punto di partenza verso nuove sfide che presto potrebbero vederci impegnati ad ampliare gli orizzonti dell’Academy magari aprendo nuove sedi sul territorio».

I numeri prodotti dalla NewEurodance in questi venti anni sono impressionanti: quasi 3mila ragazzi introdotti al mondo della danza; la metà di questi ha partecipato a master e ad attività professionalizzanti in tutta Europa: da Milano a Lecce passando per la Spagna ed il Lussemburgo; negli ultimi 5 anni ben 20 allievi sono riusciti ad approdare nel mondo del professionismo e per alcuni di loro si sono aperte anche le porte degli States. Insomma, una grande soddisfazione tutta Made in Calabria. «Tutto merito – aggiunge la maestra Galati – dei metodi di lavoro che abbiamo impostato in Accademia, da quello Marika Besobrasova che è un paradigma di formazione e di danza eccellente associata alle tante discipline espressive di cui si occupa il maestro Davide De Giorgi. Sintomatico che la nostra è una realtà completa ed efficace per chi vuole fare danza».

Intanto, si continuano a registrare apprezzamenti per la serata di ieri che ha visto la preziosa partnership di Gioielleria Kreusa Srl e di Berardi Auto & Daniel Srl di Mirto.

Presentata questo pomeriggio, nella sala Giunta, la quarta edizione del premio “Gino Cantafora”

All'incontro con la stampa erano presenti l'assessore alla Pubblica Istruzione Francesco Pesce, il promotore del premio Paolo Nereo Morelli, l'avv.toRosario Lopez e Antonino D'Urso del comitato organizzativo.

Il premio di archeologia subacquea “Gino Cantafora” giunge alla quarta edizione patrocinata dal Comune di Crotone e si pone, anche quest'anno, l'obiettivo didattico – formativo di portare nelle scuole gli elementi di base necessari per comprendere questa particolare branca dell'archeologia attraverso le esperienze dirette di professionisti del settore che ben si integra nel sistema educativo di istruzione e formazione scolastica.

Un premio dedicato al grande archeologo subacqueo crotonese.

Il memorial 2019 che si terrà il 20 giugno alle ore 17.00 nella Sala Consiliare del Comune di Crotone ha avuto fin dall'inizio l'obiettivo di promuovere e celebrare l'archeologia subacquea e diffondere i valori di tutela e professionalità attraverso le voci di autorevoli esponenti.

Un premio cresciuto di notorietà guadagnandosi il merito di essere ormai un accreditato riconoscimento dedicato a questo particolare settore scientifico.

Il suo promotore Paolo Nereo Morelli rinnova anche quest'anno le specifiche tematiche evidenziando la grande importanza che l'iniziativa riserva, estendendo idealmente gli orizzonti e presentando attraverso le esperienze di cultori del settore la puntale sintesi delle riflessioni sui temi di un dialogo multidisciplinare.

Il premio “Gino Cantafora” 2019 sarà conferito al prof. Giuseppe Ceraudo, professore associato presso la Facoltà di Beni Culturali dell'Università del Salento e al dott. Paolo Palladino, archeosub, presidente del Centro Subacqueo di Soverato.

La premiazione si estenderà con l'attribuzione del premio speciale “Nemo” altro prestigioso riconoscimento dedicato, quest'anno, alla tematica della difesa del territorio ed attribuito al capitano Michele Filomena, comandante del Gruppo della Guardia di Finanza di Crotone.

A partire dalle ore 16.00 del 20 giugno prima del memorial, ci sarà una mostra collettiva di artisti del panorama contemporaneo che con proprie opere hanno inteso omaggiare la memoria di Gino Cantafora.

Presenzieranno alla manifestazione il maestro orafo Michele Affidato che ha realizzato le opere che saranno offerte ai premiati e l'atleta crotonese Salvatore Arabia vincitore nel 2017 del primo trofeo nazionale “Gianluca Genoni” conquistato nel lago d'Orta con un record d'apnea in assetto costante

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search