Quattro salti in padella sulla sinistra dal Materialismo alla Mitologia

di Cesare Minniti
 
GENESI: GIUSTO QUALCHE ISTANTANEA

Io la vedo così. I comunisti non esistono più dagli anni venti, perché la pratica fu rischiosa ed inutile per fare denaro e godersi la vita: ciò che tutti vorrebbero. 

L'ideologia fu istantaneamente riciclata in capitalismo di stato in Cina e Russia , qualcosa di molto peggiore del fascismo, che almeno non inventava strane scuse per dichiararsi imperialista. Ma almeno, questi qui, avevano una forma di coerenza.
 
Sopraggiunsero gli intellettuali socialisti, che lo facevano tanto per cuccare. Quelli delle lotte studentesche. Estinti negli anni settanta - il tempo di capire che il capitale premia i corrotti (purché ammantati di bandiera rossa) meglio dei genuini servi del sistema, essi fecero carriera negli uffici pubblici provocando il collasso dell'economia italiana, ma conservando ancora un residuo di umanità, diventarono ahinoi genitori, allevando l'attuale generazione. Quella degli idioti, ipocriti, ebbasta. 
 
QUELLI DELLA NUOVA 'SINISTRA' 
Privi di ideali, ma imbevuti di un'ideologia anarco-individualista ostile all'ordine ed alle regole. 
Quelli che, vendendo ai giorni nostri, se arrestano un terrorista comunista, come Battisti, spedito da Bolsonero (=destra) e ricevuto da Salvini (=destra) si sentono feriti e quindi costretti a provare, per esempio, che l'assassino di Adamowics è squisitamente politico. E se non si trova un omicidio adatto ad essere politicizzato, lo si compie ad hoc, purché si provi che è tutta colpa di Trump, Salvini e dei populisti. Se non loro, del loro karma. Del "clima", si è detto. 
O di un battito d'ali dall'altra parte del globo, che può scatenare un uragano, perché no. 
Ecco, questo stesso modo di essere ed argomentare di questa specie di sinistra, fatto di mitologia fascista, contraddizione, sterilità, polemica oltre ogni fastidio, forse, finalmente, cancellerà definitivamente questa razza di deficienti.
E non si tratta di odio, perché l'unico sentimento concepibile è il ridicolo di fronte all'odio, quello si, manifesto, di gente tanto faziosa che difende, contro ogni ragionevolezza, gli esponenti di una denominazione senza più identità. La sinistra. Ma di cosa si tratta esattamente? 
 
Non sono salviniano. Ricordo che una parte del suo partito, quella bestiale, quanto gli idioti di cui sopra, ha fatto la sua fortuna sull'odio verso il Sud. Quella parte è alleata dei meridionali solo per un "male" peggiore, l'immigrazione incontrollata, che dobbiamo sempre alla sinistra con la complicità di Berlusconi che firmò un trattato di Dublino, che però diventò nocivo solo sotto Renzi, che lo ratificò dieci anni dopo (nel 2003, all'epoca di Gheddafi, era vantaggioso per l'Italia) . Ma questo è un altro capitolo. 
Insomma, non posso che osservare sconcertato come le affermazioni e le azioni di Salvini sfiorino la saggezza e si mantengano grossomodo, con qualche scivolone, sul senso comune; che sia un trucco politico? Probabile, vedremo. Intanto, altrove solo lo stridere di unghie sugli specchi. 

Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search