"Amministrazione Falcomatà: osservazioni di un cittadino"

Mercoledì, 08 Marzo 2017 11:56 Published in Noi cittadini Read 3249 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
 
Giustificare e difendere a prescindere chi amministra male, non da dignità a questa città. Quest’amministrazione, fino ad ora, è stata del tutto incapace di risolvere i “grossi” problemi della città, si portano avanti discussioni e tematiche, da paesello (con rispetto per queste piccole località) e non da città metropolitana. Il giudizio negativo è legato alla incapacità dimostrata, sin dal primo consiglio comunale e oggi confermata dalla mancanza decisionale, su temi importanti, come ad esempio il ritardo nel prendere decisioni sulla situazione dell'aeroporto, E poi, l’ennesima proroga sui sui cantieri aperti, o ancora la scarsa reattività, nella pianificazione economica di questa città. Una debolezza nata dalla disomogeneità d’esperienza amministrativa della maggioranza, venuta fuori con l’unico obiettivo “importantissimo” di vincere le elezioni, ma poi rivelatasi, almeno finora, completamente incapace di governare. Quando in una squadra ci sono così tante anime e nessuna di esse preparate per amministrare, è normale che poi ci siano continui pit stop. Dopo tre anni di amministrazione è un rimpasto degli assessorati, non c’è stato ancora alcun provvedimento incisivo sul piano di rilancio della città metropolitana di Reggio a oggi completamente abbandonata. Purtroppo, la maggioranza mi pare che impieghi il suo tempo in altro, e non nel dare risposte alla città. E mi sembra priva di visione, di progetti in grado di dare soluzione ai problemi veri, seri. Una buona amministrazione può definirsi tale se riesce a creare occasioni di crescita, se è capace di arginare le situazioni di disagio sociale, se riesce a migliorare la qualità della vita dei Reggini. Si faccia ripartire immediatamente la macchina che produce, il settore “urbanistico” si proprio quel settore, posto sotto la lente d’ingrandimento negli ultimi anni, ha bisogno di riprendere la sua funzione e lo do per scontato, con tutti i crismi di trasparenza e legalità, come giusto che sia!
Ripartire dalle costruzioni attraverso il recupero del patrimonio edilizio esistente per creare nuove opportunità di lavoro e far ripartire l'economia della città.
Chiarire su quale modello di sviluppo futuro della città bisogna lavorare, queste sono scelte che passano necessariamente attraverso le scelte politiche.
Il piano del commercio, deve avere nuova linfa, l’artigianato locale ha bisogno di stimoli positivi, la città ha bisogno di positività. 
Bisogna ripartire e togliersi da dosso la negatività che blocca la città. Reggio deve tornare a essere centrale, parliamo della prima città della Calabria, ci stiamo svendendo addirittura a Lamezia, per la questione dei trasporti aerei e su rotaie: e su questa storia è mia convinzione che i presupposti per gestire l’emergenza e non portarla al fallimento c’erano e come.
Una domanda che si aggiunge alla richiesta d’impegno per dotare la città di strutture idonee ad accogliere i migranti e in generale le persone in difficoltà.
È determinante l'immediato scioglimento di questa amministrazione e mettere in piedi una maggioranza capace di realizzare quella unità indispensabile per determinare il bene comune di Reggio Calabria città Metropolitana.  
 
 
Joe Puntillo 
Last modified on Mercoledì, 08 Marzo 2017 17:50

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.