ITALIA - Terremoto, Gentiloni: la circolare sulle tasse sarà corretta

Martedì, 22 Agosto 2017 11:17 Published in Italia Read 263 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

La circolare sulle tasse nelle zone colpite dal terremoto "è in via di correzione". Lo assicura il premier Paolo Gentiloni nella conferenza stampa a Palazzo Chigi per fare il punto ad un anno da sisma e dopo la polemica sull'esenzione fiscale.
 
"Ci sarà un nuovo commissario". Così il premier Paolo Gentiloni chiarisce chi avrà la responsabilità nella ricostruzione post sisma dopo l'addio di Vasco Errani.
 
Errani spiega i motivi della fine del suo impegno come commissario per la ricostruzione post sisma: "Il 9 settembre scade mio contratto, ringrazio Gentiloni e Renzi, con i governi e i premier c'è stato il massimo della collaborazione, era una cosa chiara ed è finita perchè era previsto che il mio ruolo finisse con la scadenza del contratto. E' semplice, non ci sono retroscena, figuratevi se a 62 anni mi metto a fare ragionamenti" su poltrone. 
 
"Per una valutazione corretta del lavoro fatto in quest'anno, si deve partire dalla sequenza di eventi sismici di dimensioni davvero senza precendenti, l'accumulo di eventi sismici ha coinvolto 140 comuni colpiti, alcuni centri storici sono stati quasi annientati". Così il premier Paolo Gentiloni parlando di "impegno eccezionale" dello Stato.
 
"Vasco Errani concluderà il mandato a settembre come previsto e colgo occasione per ringraziarlo, ha fatto davvero un ottimo lavoro". Così il premier Paolo Gentiloni
 
Nonostante i grandi sforzi e le risorse "di numerosi miliardi" stanziati "non tutto sta marciando alla velocità necessaria": per questo "rivolgo oggi il mio invito come capo del governo a tutte le amministrazioni, dalle Regioni ai Comuni, a fare il massimo sforzo e assunzione di responsabilità per accelerare le procedure". Così il premier Paolo Gentiloni aggiungendo che "siamo al lavoro per superare i ritardi"
 
"Il governo continuerà a svolgere un ruolo di coordinamento in un sistema che si evolverà con una maggiore responsabilità di Regioni e territori". Così il premier Paolo Gentiloni ringraziando il commissario Vasco Errani per il lavoro svolto nella ricostruzione post-sisma e indicando come le responsabilità del commissario saranno ridistribuite
 
"Nella consapevolezza di quanto grandi siano ancora gli interventi necessari e di come occorra procedere velocemente per realizzarli, il Presidente della Repubblica si augura che l'attività di sostegno ai nostri concittadini colpiti dal terremoto, di ripresa della vita delle loro comunità e di avvio della ricostruzione continui e si svolga con impegno e determinazione". Lo ha detto il presidente Sergio Mattarella, si apprende da ambienti del Quirinale, in una telefonata al Commissario straordinario per il terremoto, Vasco Errani nella quale lo ha ringraziato per il lavoro svolto. A quanto si apprende da ambienti del Quirinale il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha telefonato al Commissario straordinario per il terremoto, Vasco Errani, per ringraziarlo dell'impegno profuso nel suo compito nell'anno trascorso, in cui ha affrontato, insieme alla Protezione civile - guidata in quel periodo da Fabrizio Curcio - in costante contatto con l'impegno di sindaci e presidenti delle regioni, le continue emergenze provocate dal susseguirsi di ripetuti e violenti terremoti che, per quasi un semestre, hanno ogni volta ampliato il territorio e il numero dei comuni colpiti in quattro regioni. Nella consapevolezza di quanto grandi siano ancora gli interventi necessari e di come occorra procedere velocemente per realizzarli, il Presidente della Repubblica si augura che l'attività di sostegno ai nostri concittadini colpiti dal terremoto, di ripresa della vita delle loro comunità e di avvio della ricostruzione continui e si svolga con impegno e determinazione.

 

Fonte: ANSA

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.