Referendum, Bankitalia avverte: "Volatilità in aumento sui mercati"

Venerdì, 18 Novembre 2016 15:30 Published in Italia Read 325 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Grazie alla Bce, le tensioni finanziarie alimentate da molti focolai sparsi per il globo riescono a rimanere contenute. Lo ha rivendicato chiaramente Mario Draghi, il governatore della Banca centrale, in un discorso a Francoforte. Lo mette nero su bianco anche Bankitalia, nel suo Rapporto sulla stabilità finanziaria. "Nell'area dell'euro e in Italia le condizioni monetarie espansive (decise dalla Bce, ndr) contribuiscono a sostenere la liquidità dei mercati finanziari, a ridurre i premi per il rischio sulle obbligazioni private, a contenere le tensioni sui titoli di Stato. Dopo le elezioni negli Stati Uniti i rendimenti obbligazionari sono aumentati in tutte le economie avanzate; lo spread sui titoli pubblici italiani è salito. Le prospettive di una crescita ancora modesta in Europa e l'incertezza legata agli sviluppi politici nei principali paesi avanzati potrebbero alimentare forti variazioni dei corsi delle attività finanziarie nei prossimi mesi. Gli indicatori di mercato registrano un aumento della volatilità attesa sulle azioni italiane nella prima settimana di dicembre, in corrispondenza con il referendum sulla riforma costituzionale". Una annotazione che viene ripresa in campo politico, con i deputati M5S all'attacco: "Vogliamo rassicurare i vertici di Bankitalia: stiano tranquilli perchè il 5 dicembre, in caso di vittoria del "no" al referendum, l'unico choc sarà per il governo Renzi. E' inutile che mercati e vari comitati d'affari internazionali minaccino l'invasione delle cavallette, nell'eventualità della sconfitta del sì".

Restando invece nel campo delle competenze di via Nazionale, la volatilità rischia di ripercuotersi sulla realizzazione del piano del Monte dei Paschi, la banca che deve cedere crediti in sofferenza e raccogliere capitali sui mercati: un disegno con "rischi di attuazione che derivano principalmente dall'elevata volatilità che ha di recente caratterizzati i mercati azionari" per le scadenze elettorali in Europa.

Fonte: La Repubblica.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.