Mattarella agli studenti di Amatrice: «Dovete avere fiducia nel futuro»

Giovedì, 15 Dicembre 2016 12:00 Published in Italia Read 436 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

«Spero di non aver disturbato la lezione interrompendo la vostra concentrazione. So che questo Natale e questo Capodanno saranno molto diversi da quelli passati. In questo periodo di feste è normale che il pensiero vada ai momenti difficili e duri che avete passato. Dovete avere fiducia nel futuro: e i Capodanni nei prossimi anni torneranno a essere belli come quelli di prima». Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, agli studenti di una classe della scuola di San Cipriano, ad Amatrice. I più giovani «sono i protagonisti della carica per la ripresa, della motivazione e dell’impegno per la ripresa» dei luoghi colpiti dal sisma. Mattarella ha poi visitato il cantiere dell’area food disegnata dall'architetto Stefano Boeri e che sarà edificata in uno spazio dove, nelle vicinanze, è atteso l'arrivo di 25 casette. Poi si è recato al parco comunale dove c’è la lapide commemorativa delle vittime del terremoto. Ultima tappa ad Amatrice la visita alla cosiddetta area zero

Emergenza terremoto è una priorità avvertita da tutti gli italiani 
L’emergenza terremoto «è una priorità avvertita da tutti i nostri concittadini in tutta Italia e con un concorso che ha fatto sentire coinvolti tutti gli italiani», ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella interpellato dai cronisti ad Amatrice. «Quello che è indispensabile e che sarà fatto è non abbassare mai l'attenzione e l'impegno nel corso del tempo». Il capo dello Stato è di nuovo oggi in visita ad Amatrice per far sentire la vicinanza delle istituzioni e degli italiani alla sofferenza di chi ha perso tutto dopo le scosse di terremoto di agosto e di ottobre. Ad attenderlo, oltre al sindaco, Sergio Pirozzi, il Commissario straordinario alla ricostruzione, Vasco Errani, il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, il responsabile della Protezione civile del Lazio, Carmelo Tulumello, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

Approvazione decreto terremoto bel segnale del Parlamento 
Il capo dello Stato ha sottolineato come ieri, in occasione dell’ok di ieri al decreto terremoto, «è arrivato un bellissimo segnale di consenso generale e un contributo concreto e importante». Ora, ha detto Sergio Mattarella, è indispensabile «non abbassare l’attenzione e l’impegno nel corso del tempo, ed e' quel che le istituzioni stanno facendo». 

Via alla rimozione delle macerie dalla zona rossa di Accumuli 
Nel centro storico di Accumoli è iniziata la rimozione delle macerie. L’annuncio è arrivato via Facebook il Dipartimento della Protezione civile sulla sua pagina Facebook. I Vigili del fuoco si stanno occupando della raccolta delle macerie, mentre il Genio civile dell’Esercito provvede al trasporto fino al deposito temporaneo nelle frazione di Terracino. Ci sono anche i funzionari del Mibact che si occupano della selezione di eventuali beni culturali rinvenuti tra le macerie. Il lavoro procede a ritmi serrati: il Dipartimento della Protezione civile ha reso noto che vengono conferite al sito di Terracino circa 200 tonnellate di macerie al giorno.

Solidarietà a Natale da sette italiani su dieci 
Sette italiani su 10 hanno deciso di partecipare a Natale a iniziative di solidarietà per il terremoto facendo donazioni con sms o su conto corrente per il 33%, tramite associazioni per il 13% e per ben il 24% acquistando prodotti tipici dei territori colpiti dal sisma. Il dato emerge da una analisi Coldiretti/Ixè per le festività di fine anno divulgata in occasione dell'apertura del mercato degli agricoltori di Campagna Amica delle regioni terremotate a Roma in piazza Navona. Sono stati acquistati quasi diecimila cesti di Natale con i prodotti delle aree terremotate anche grazie all'enorme successo della vendita online dal sito www.campagnamica.it che si è appena conclusa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.