×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 1096

REGGIO - Aeroporto dello Stretto: Ripristino di alcuni voli grazie all'interesse di Blue Panorama

Venerdì, 04 Agosto 2017 11:30 Published in Reggio Comune Read 225 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 di Cesare Minniti

 

 

Aeroporto dello Stretto. Nuovi voli grazie all'interesse di Blue Panorama

 

Il commissario straordinario della Sacal, prefetto Arturo De Felice, ha annunciato, nel corso della conferenza stampa tenutasi ieri all'Aeroporto dello Stretto, che dal 18 Settembre i voli saranno raddoppiati. Lo ha confermato nel corso della stessa conferenza il direttore di Blu Panorama, Giancarlo Zeni.

"Da settembre Reggio Calabria riavrà i voli giornalieri andata e ritorno con Roma, raddoppiando l'offerta "  ha sintetizzato Falcomatà in una nota sui social, elencando i voli della Blu Express (che è la divisione low cost di Blue Panorama).

  • Gli orari da e per Roma della compagnia Blu-express sono: partenze per Roma ore 7:30 e 16:45; arrivi da Roma ore 10:50 e 20:05

  • Gli orari da e per Milano di Blu-express: partenza ore 11:40; arrivo da Milano ore 15:55. "

     

"L'aumento dei voli da Roma per Reggio Calabria - ha detto Giancarlo Zeni - è una scelta in cui crediamo. Ciò significa anche rafforzare il turismo e abbiamo anche pensato di inserire nelle nostre offerte anche il costo del biglietto via mare con le isole Eolie. Mediamente un volo andata e ritorno per Roma costa 100 euro, mentre i collegamenti con Torino e Milano, sempre andata e ritorno, costano 130 euro".  

 

Per aumentare il volume di voli, serve anche allargare il bacino di utenza coinvolgendo Messina

 

Nel corso della conferenza, si è fatto cenno sulla prospettiva di coniugare a quelle calabresi, le esigenze trasportistiche dell'altra sponda dello Stretto: "Con questo accordo - afferma il prefetto - proseguiamo il potenziamento dell'offerta dei voli da e per Reggio Calabria in collegamento con Roma, con l'obiettivo anche di recuperare l'affezione di quell'utenza messinese che per tanti decenni ha avuto l'aeroporto di Reggio Calabria come proprio riferimento. Il 'Tito Minniti' e tutto il sistema aeroportuale calabrese hanno il comune obbiettivo di incrementare i volumi di traffico".

Ha confermato la visione del prefetto anche il vicesindaco di Messina, Cacciola: "Messina è molto interessata  allo sviluppo dell'Aeroporto dello Stretto che per decenni é stato riferimento naturale dell'utenza messinese. Stiamo lavorando, come amministrazioni comunali, per un'intesa che riavvicini le due sponde e permettere ai viaggiatori della mia città di scegliere l'aeroporto di Reggio Calabria avvalendoci di sistemi di trasporto veloci tra le due sponde dello Stretto".

Quando si parla di Aeroporto, il Sindaco non si stanca di sottolineare in premessa che "la crisi del Tito Minniti ha origini datate nel tempo e dalla dichiarazione di fallimento della Sogas".

 

Aeroporto. C'è ancora spazio per le medaglie al valore?

 

Falcomatà ha ricordato con orgoglio la "concessione dell'esercizio provvisorio da parte del Tribunale di Reggio Calabria, decisione che ha scongiurato la chiusura totale del nostro aeroporto". Ed è contento anche dell'intervento di "salvaguardia dei lavoratori", il Sindaco di Reggio. Soddisfatto della propria azione anche il capogruppo PD alla Regione, Sebi Romeo, che aggiunge alle passate anche nuove promesse: C'è poi l'altro merito, quello "stiamo interloquendo con il ministero del Lavoro per individuare puntualmente i profili professionali dei dipendenti messi in libertà con l'obiettivo di ricollocarli o reinserirli in futuro nella struttura". A tali dichiarazioni, ha reagito il gruppo di ex-lavoratori dell'ex società di gestione dell'aeroporto di Reggio Calabria. Come anche in altre recenti occasioni, i disoccupati hanno risposto contestando il loro licenziamento. I lavoratori, ormai disoccupati, hanno chiesto garanzie sul loro futuro.

 

La partecipazione della città metropolitana nel Cda Sacal come unica garanzia

 

Ora che la società di gestione trentennale SACAL, unica per i tre scali calabresi, ha in mano le redini del Tito Minniti, si intuisce l'importanza di acquistare un maggior numero di azioni possibili per impedire un eventuale "sbilanciamento" dei volumi utili alla mobilità reggina su altri areroporti. A tal proposito, al termine della conferenza,  Arturo De Felice, ha così risposto all'agenzia Dire: "E' in corso il bando per l'aumento del capitale sociale di Sacal che scade il 31 ottobre, riservato esclusivamente agli enti pubblici di tutto il territorio nazionale. Per cui siamo fiduciosi che la nostra offerta sarà recepita per coinvolgere gli enti pubblici che per statuto societario hanno diritto ad avere la maggioranza nell'assemblea della Sacal, che gestirà per i prossimi anni, speriamo a lungo, gli aeroporti della Calabria".  

Last modified on Mercoledì, 09 Agosto 2017 20:09

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.