REGGIO - Nuovo ingresso in Fratelli d'Italia: Antonio Comi a Sant'Eufemia d'Aspromonte

Sabato, 12 Agosto 2017 15:17 Published in Reggio Metropolitana Read 362 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Una folta assemblea ha assistito stamane a Sant'Eufemia all'ingresso in Fratelli d'Italia di un nuovo membro, Antonio Comi.

Presenti al tavolo della conferenza Sebastiano Scuderi, Coordinatore Provinciale di FdI, che ha ringraziato il numeroso uditorio e Alessandro Forgione.

Introduce Antonio Comi, già militante di Fiamma Nazionale, che spiega i motivi della sua scelta a favore di FdI, riferendosi ad esso quale unico partito in grado di rappresentare i veri valori della destra su scala nazionale. "Sant'Eufemia ha problemi enormi ed annosi, come quello dell'acqua, problemi che si addebitano alle amministrazioni precedenti. Io non voglio trovare scuse, ma soluzioni."

 "L'Italia - ha continuato il nuovo membro di FdI - è piena di eccellenze da valorizzare. Oggi la destra è divisa e non è decisa sui valori da abbracciare. Quanto alla sinistra, siamo vittime del suo modello di democrazia ignorante che è una forma di dittatura. Non  è più possibile esprimere il proprio pensiero, perché si viene additati come fascisti. La sinistra è rea di aver introdotto forme di "pensiero unico", di aver ucciso la capacità critica, purtroppo col consenso del popolo. Paradossalmente per i vecchi schemi politici, oggi è la destra a lottare per la libertà ed è la destra a difendere i più poveri. Il mio obiettivo, come politico, non è darmi onore, ma per quanto mi è possibile, riportare i valori".

Conclude Sebastiano Scuderi, che apprezza la tempra del giovane Comi: "Abbiamo conferito un nuovo importante incarico dipartimentale ad Antonio Comi, e siamo certi che lo porterà a compimento nel migliore dei modi". Il Coordinatore Provinciale condivide pienamente il desiderio di riportare i valori della destra secondo l'esempio dei grandi personaggi della destra, come Giorgio Almirante. "Uomini come Almirante, dediti all'Italia, non hanno mai preso un soldo da nessuno e tenevano alto l'onore dell'Italia all'estero, diversamente da quanto accade oggi".

 

 

 

 

Last modified on Sabato, 12 Agosto 2017 20:19

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.