REGGIO - Gli studenti del Liceo Rechichi "on-air" con Radio Touring 104

Martedì, 13 Marzo 2018 15:46 Published in Reggio Comune Read 80 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Coniugare la filosofia e la letteratura con la musica e approfondire i temi della multimedialità, delle nuove tecnologie digitali e della comunicazione mediata.

Nasce con questi obiettivi il progetto "Fare radio", curato dalla professoressa Claudia Polimeni e che vedrà alcuni studenti del Liceo "Giuseppe Rechichi", frequentanti le classi prime, seconde, terze e quarte, partecipi delle trasmissioni radiofoniche dell'emittente Radio Touring 104 di Reggio Calabria.

Coaudivati dal noto station manager Filippo Lopresti e da tutto lo staff tecnico di Radio Touring, gli studenti svilupperanno temi di attualità, in un filo conduttore che lega i grandi filosofi e letterati del passato con le dinamiche del mondo contemporaneo, in una dimensione insieme creativa e partecipativa.

Il progetto, che prevede sia una fase di preparazione in laboratorio sia di sperimentazione diretta negli studi radiofonici, è stato strutturato per favorire l’orientamento dei giovani nei confronti della cultura scientifica e tecnologica da un lato, e dall’altro sviluppare capacità di lettura critica di messaggi mediatici per poter efficacemente esercitare la cittadinanza attiva.

Già lo scorso martedì alcuni allievi sono stati ospiti in diretta nella trasmissione di Lopresti, con una rubrica dal titolo "Filosofia e musica". Altri incontri radiofonici sono previsti nei prossimi giorni, fino al mese di maggio.

«Si ampliano sul territorio le attività formative dei giovani del liceo - commenta il Dirigente Scolastico, Francesca Maria Morabito. Le sinergie con Radio Touring, che ringrazio per la disponibilità dimostrata, rafforzeranno le competenze degli studenti e li renderanno più consapevoli delle dinamiche dei mass media. In più avranno l'opportunità unica di farsi portatori del sapere appreso in classe e contribuire alla crescita culturale della nostra società».

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.