Sabato, 14 Aprile 2018 10:03

ARTE - Agenda d'arte mostre primavera 2018

Rate this item
(0 votes)

 
di Antonino Labate

 

La bella stagione, almeno meteorologicamente parlando, è arrivata e con essa torna più forte il desiderio di viaggiare. Che siano piccole gite fuori porta da compiere in giornata, weekend più o meno lunghi o vere e proprie vacanze, favorite anche dai ponti del 25 Aprile e del primo Maggio, perché non inserire negli itinerari programmati, accanto alle tappe enogastronomiche, qualcosa che possa nutrire anche occhi ed anime? Parliamo di bellezza, tema sul quale, la nostra meravigliosa Italia, non è mai impreparata ma pronta semmai ad offrire paesaggi e arte in un continuo museo diffuso, scrigno di beltà solo in parte racchiuso tra le mura dei palazzi.

In questa occasione desidero però focalizzare l’attenzione, senza la pretesa di fornire un elenco completo ma semplici spunti e consigli di viaggio, sulle mostre temporanee visitabili entro l’estate di quest’anno nelle principali città italiane. Come sempre convinto che la suddivisione in antica, moderna o contemporanea abbia valore solo didattico ed all’arte risulti scomoda ed inadeguata, troverete proposte che spaziano dall’archeologia alla musica dettate da un semplice certezza: l’arte, quando è tale, dialoga con il fruitore in un tempo che è sempre il presente e di conseguenza è e sempre sarà contemporanea a chi saprà, emozionandosi, accostarsi ad essa.

Non mi resta che augurare a voi lettori buon viaggio e buona visione.

REGGIO CALABRIA

Fino al 22 Aprile: “L’impronta dell’antico”, calchi moderni al Museo Archeologico Nazionale – MarRC.

CATANZARO

Fino al 14 Maggio: “Nature, le trame dell’esistenza”, personale di Zeroottouno, presenta suggestioni sul paesaggio calabrese e sulla necessità di relazionarsi alla natura per tutelarne la bellezza. Al MARCA – Museo delle Arti.

CATANIA

Fino al 3 Giugno: “Toulouse Lautrec, la Ville Lumière”, l’artista della Belle Époque presentato tramite 150 opere provenienti dall’Herakleidon Museum di Atene. A Palazzo della Cultura.

Fino al 20 Maggio: ”Da Giotto a De Chirico. I tesori nascosti”, a cura di V. Sgarbi; oltre 100 opere tra dipinti e sculture provenienti da istituzioni, fondazioni e privati per raccontare sette secoli di arte italiana nascosta perché non esposta stabilmente in musei pubblici. Al Museo Civico di Castel Ursino.

PALERMO

Fino al 10 Giugno: “Da Ribera a Luca Giordano. Caravaggeschi ed altri pittori della Fondazione Roberto Longhi e della Fondazione Sicilia”. Più di 30 opere di autori del seicento e settecento attivi nell’Italia centro-meridionale tra quelli più influenzati dall’arte di Caravaggio. A Villa Zito.

NAPOLI

Fino al 24 Settembre: “Pompei@Madre. Materia Archeologica.” Partendo dallo studio delle molteplici relazioni tra ricerca artistica e patrimonio archeologico, la mostra propone un dialogo tra straordinari materiali archeologici di provenienza pompeiana ed opere d’arte contemporanea. Al MADRE – Museo d’Arte Contemporanea Donnaregina.

ROMA

Fino al 26 Agosto: “Turner. Opere dalla Tate”. Dalla vastissima donazione del pittore alla Tate di Londra, acquarelli, disegni ed oli per la prima volta esposti in Italia. Al Chiostro del Bramante.

Fino al 29 Luglio: “Hiroshige. Visioni dal Giappone”. Attraverso 230 opere di uno dei più influenti artisti giapponesi di metà ottocento, il paesaggio e la natura tornano protagonisti. Alle Scuderie del Quirinale.

Fino al 19 Agosto: “Canaletto 1697-1768”. Nella ricorrenza dei 250 anni dalla morte del grande pittore veneziano, oltre 40 dipinti del geniale vedutista provenienti da musei di tutto il mondo. A Palazzo Braschi.

Fino al 1 Luglio: “The Pink Floyd Exhibition: Their Mortal Remains”. Dopo l’enorme successo del debutto londinese al Victoria & Albert Museum, come prima tappa di un percorso internazionale, un viaggio audiovisivo nei 50 anni di carriera di uno dei più rivoluzionari gruppi rock che, partendo dalla psicadelia, cambiò la musica per sempre. Al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea di Roma.

FERRARA

Fino al 3 Giugno: “La Collezione Cavallini-Sgarbi”, dipinti e sculture dal primo ‘400 a metà ‘900: da Niccolò dell’Arca a Previati. Al Castello Estense.

Fino al 10 Giugno: “Stati D’Animo. Arte e psiche tra Previati e Boccioni”. Tra divisionismo, futurismo e simbolismo, un viaggio affascinante tra visioni e vibrazioni emotive alla scoperta dei fantasmi che scuotono la coscienza. A Palazzo dei Diamanti.

BERGAMO

Fino al 6 Maggio: “Raffaello e l’eco del mito”: oltre venti opere originali, provenienti dai più importanti musei al mondo, dialogano con opere di artisti coevi al genio urbinate ed altre di autori del novecento e contemporanei che ne hanno raccolto l’eredità. Alla GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea.

MILANO

Fino al 24 Giugno: “Dürer ed il Rinascimento tra Germania ed Italia”. Oltre 130 opere, alcune mai esposte prima in Italia, per raccontare il maestro tedesco ed attraverso i rapporti con connazionali ed autori europei dello stesso periodo, analizzare gli anni d’oro del rinascimento tedesco ed europeo. A Palazzo Reale.

Fino al 2 Settembre: “Impressionismo ed Avanguardie. Capolavori dal Philadelphia Museum of Art”. Cinquanta capolavori: opere di Cézanne, Degas, Manet, Gauguin, Monet, Van Gogh, Pissarro, Renoir, Braque, Kandinsky, Klee, Matisse, Chagall, Brancusi, Picasso, Dalì, Mirò. A Palazzo Reale.

Fino al 30 Aprile: “Bill Viola alla Cripta di San Sepolcro”. Emozionante percorso utile per indagare temi come la nascita, la morte, la coscienza: tre video ed un luogo dalla spiritualità estrema per un viaggio che, grazie alle opere dell’artista che fungono da specchio, è dentro di noi. Alla cripta di San Sepolcro.

TORINO

Fino al 16 Settembre: “Genesi”. Oltre duecento eccezionali immagini, l’ultimo lavoro di Sebastião Salgado: un viaggio all’origine del mondo per salvaguardarne il suo futuro. Alla Reggia di Venaria.

Fino al 15 Luglio: “Genio e Maestria”. Mobili d’arte di eccezionale rilevanza frutto del genio di maestri ebanisti tra sette ed ottocento. Da Prinotto a Piffetti, dal Moncalvo a Bonzanigo: centotrenta opere per una mostra straordinaria. Alla Reggia di Venaria.

VENEZIA

Fino al 10 Giugno: “John Ruskin. Le pietre di Venezia”. Un grande evento internazionale per indagare l’opera di Ruskin: pittore, scrittore e critico d’arte inglese, personaggio fondamentale del panorama artistico dell’ottocento. A palazzo Ducale.

Fino al 23 Luglio: “Primavera a Palazzo Fortuny”. Una doppia esposizione: dalla collezione Merlini, opere del novecento italiano e “Una stanza per Zoran”: opera d’arte totale di Zoran Mušic, qui ricomposta in tutto il suo fasto assieme ad una selezione di opere per un omaggio all’artista. A Palazzo Fortuny.

 

di Antonino Labate

 

Read 297 times Last modified on Lunedì, 16 Aprile 2018 12:45
Login to post comments
Editore: Cooperativa Soc. Turismo Per Tutti - Via Trapani Lombardo, 35 Gallico Reggio Calabria 89135 Italy
Tel: 0965.371156 - Cell: 393.975689
Quotidiano Registrato Al Tribunale Di Reggio Calabria N. 7 Del 28.09.2015
© 2015 - 2018 VeritasNews24
Tutti i diritti sono riservati

Search