REGGIO - Operazione MOSAICO - Dediti al furto contro i più deboli. 45 le vittime, 29 arresti

Mercoledì, 16 Maggio 2018 11:48 Published in Reggio Comune Read 117 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

di C.M.

16 MAGGIO 2018, REGGIO CALABRIA - Ordinanza di custodia cautelare da parte dei Carabinieri nei confronti di 29 persone. A chiarire i dettagli dell'operazione "Mosaico" il procuratore Gaetano Paci durante la conferenza stampa di stamane, conclusasi mezz'ora fa.

I soggetti "avrebbero commesso una serie di reati connessi alla rapina, al furto ed alla spoliazione di risorse economiche di soggetti più deboli, normalmente anziani, la cui figura patrimoniale veniva attentamente studiata soprattutto in relazione alle loro possidenze canalizzate attraverso depositi canalizzati sulle Poste Italiane" 

 Le indagini, partite nel 2014, hanno permesso di mettere a fuoco l'attività di  che i criminali operavano all'interno di due organizzazioni criminali attive nel reggino, è infatti contestato reato acciosativo,  ed in particolare operanti sia su  Reggio Calabria, facenti capo a Commisso Domenico e  Andrea, nipoti di Commisso Giuseppe detto "il mastro", sia sulla Jonica con l'appoggio della 'ndrangheta di Siderno.

Contro le vittime, la complicità di direttori ed impiegati delle Poste infedeli che, sfruttando i permessi privilegiati al sistema, dichiaravano di essere mandanti o beneficiari dei trasferiementi, permettendo di riciclare il denaro.  45 risparmiatori colpiti.

   

 

Last modified on Domenica, 20 Maggio 2018 11:27

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.