RUBRICA MENT-IRE - C'era una volta... La normalità di ieri e di oggi

Sabato, 27 Febbraio 2016 09:32 Published in MENT-IRE Read 1074 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Di Pasquale Romeo - Psicoterapeuta - www.pasqualeromeo.it

Era normale ieri: era normale giocare con le pietre e i quadrati disegnati per terra,  era normale lanciare i sassi a mare, era normale stare assieme intorno ad una brace per discutere quando fuori c’era la neve, era normale  rintracciarsi per telefono e non riuscire mai a trovare la propria fidanzata perché rispondeva sempre il padre, era normale passare molto del proprio tempo in solitudine per discutere sulla propria esistenza quando  il principale interlocutore eravamo noi stessi o al massimo un amico del cuore, era normale passare il tempo su un gradino, a mangiarsi un panino o un calzone, con un amico che poteva capire. parlando magari di amori non corrisposti, era normale non avere i soldi per la benzina e spingere il proprio motorino scassato che sembrava una bicicletta con le ruote e ridere, ridere a crepapelle per tutto questo, era normale guardarsi in viso e sorridere all’infinito, perché era veramente bello, era normale passeggiare con la propria ragazza senza che nessuno poteva disturbarti col telefonino. Era normale sentire il vento ed i profumi di una sera d’estate, mentre il mare fuori si infrangeva, scrosciando, sulle pietre della battigia, era normale essere e non apparire.

E’ normale oggi: E’ normale alzarsi al mattina in posti sempre diversi, è normale a quarantanni stare ancora con i propri genitori e condividere con loro gli stessi spazi, è normale ritrovarsi con uomini o donne sempre diversi senza sapere  perché, è normale avere gruppi ed amicizie nuove e questi gruppi trovarli  su facebook, è normali non vedersi mai con gli amici con cui ti scrivi ogni giorno, è normale non fare più l’amore col cervello ma solo con il corpo, è normale cambiare lavoro spesso e non sapere mai se puoi averne uno fisso, è normale non credere in qualcosa o meglio credere in niente, è normale non fidarsi facilmente degli altri perché sai che spesso ti tradiranno, è normale uscire con una vespa vintage in ricordo di qualcosa che non c‘è più,  è normale non parlare per telefono ma solo scambiarsi dei messaggi su cose anche importanti, è normale vivere così o meglio vivere a malappena. E’ normale.

2 comments

  • Comment Link Martedì, 01 Marzo 2016 17:14 posted by Jessica

    Ognuno vive di una sua "normalità"... L'importante si riesca a viverla in modo sereno, per stare bene con sé stessi e con gli altri; la società cambia e sarebbe bene esserne parte attiva e non subirne il cambiamento.

  • Comment Link Sabato, 27 Febbraio 2016 20:10 posted by Giovanna

    È' normale ....

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.