RUBRICA ECOLOGIE - La Fisica Quantistica e l’Agricoltura Ecologica

Lunedì, 07 Marzo 2016 09:12 Published in Ecologie Read 286 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Che l’acqua, assieme alla luce del sole e all’anidride carbonica, siano le componenti fondamentali di tutti processi fotosintetici delle piante, non è una novità. Che le caratteristiche biochimiche dell’acqua siano fondamentali nei processi produttivi delle piante e che l’acqua possieda una memoria e delle straordinarie proprietà biofisiche non lo è neanche. Ciò che invece rappresenta una grande innovazione ecologica, nel mondo agricolo, è la possibilità di utilizzare le proprietà biofisiche dell’acqua, per fornire degli innegabili vantaggi, a tutto il ciclo biologico delle piante.

Da tempo, ormai si parla degli aspetti biofisici legati alla struttura che creano le molecole d'acqua, che per via della loro natura polare, si comportano fra di loro come delle calamite. Ma, da poco tempo, si è veramente pensato a come trasformare tali conoscenze, con delle applicazioni a beneficio delle attività agricole.

In tal senso, il sistema AcquaPhi™, per la sua capacità di produrre istantaneamente ed illimitatamente acqua “informata” merita, se non altro, di incuriosirci.  L’apparecchio trasforma infatti, la normale acqua d’irrigazione, in un’acqua cristallina ed altamente strutturata. Ciò avviene grazie all’utilizzo del modello matematico “phi” della Sezione Aurea che viene utilizzato, sia per dimensionare la forma ovoidale del dispositivo utilizzato e sia per favorire, un percorso ottimale del flusso d’acqua. Un tipo di acqua che essendo “naturalmente migliorata nella sua struttura” può giocare un ruolo fondamentale per tutti processi vitali. Le informazioni contenute nell’acqua trattata sono ciò di cui la pianta sembra aver più bisogno.  Le piante che vengono innaffiate con tale acqua, che è chimicamente identica rispetto l'acqua da cui è stata ottenuta, manifestano, secondo recenti ricerche, una crescita più veloce, una maggiore produttività, un migliore assorbimento di CO2, una incrementata robustezza e una grande resilienza agli attacchi parassitari.

Forse l’elemento più innovativo di questo sistema sono la speranza ed il senso della prospettiva positiva che esso può offrire. Fa sempre piacere, sapere che chi è seriamente impegnato nel migliorare i sistemi agricoli, produca risultati concreti, condivisibili, ecologici e applicabili con facilità. Buona fortuna Acquaphi!

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.