RUBRICA MENT-IRE - Biglietto di sola andata, vaganti senza ritorno

Venerdì, 06 Maggio 2016 11:38 Published in MENT-IRE Read 618 times
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Di Pasquale Romeo - Psichiatra - www.pasqualeromeo.it

Nell’epoca attuale siamo degli individui,  secondo Joyce, illustre scrittore di fine Ottocento,  vaganti… così infatti racconta in un in suo famoso  libro i Dubliners.

Nell’epoca precedente anche  Ulisse  vagava ma aveva una meta precisa e soprattutto era caratterizzato dal ritorno a casa il cosiddetto nostos. La vera meta era ed è  il ritorno.

Da allora, da fine Ottocento ad oggi, un altro secolo è passato e tante cose sono cambiate.

Oggi sempre più Individui  vaganti, senza una meta e soprattutto senza ritorno.

 Animula vagula blandula disse la Yourcenar come epiteto allo scritto delle sue  Memorie di Adriano.

Come tante anime,  mi sembra da psichiatria, che è aumentata la percentuale di soggetti che vaga  in modo ozioso, seducente, libero senza rotta.

Una società che vaga in un modo o nell’altro e che si disperde in piccole città o grandi metropoli.

Bauman ripropone la figura del flaneur, dando la giusta importanza al vagabondo e reintegrandolo nel nostro modo di vedere la normalità.

Cosa fare di fronte ad un cambiamento epocale dove il vagabondo, il corrigendo, la testa pazza per dirla alla Foucault è diventato normale.

La figura del barbone, il cosiddetto clochard di memora ciorana, ora è diventato ben altro.

Abbiamo riabilitato la figura del viandante tanto che lo chiamiamo con un francesismo bello ed interessante il flaneur.

Anche questo è very è normal è people per usare un famoso motto di su cui la radio RTL ha costruito parte della sua campagna comunicativa.

Essere  normali oggi affascina a tal punto che il folle è considerato normale e il normale folle.

In un mondo  di non vedenti il cieco è diventato normale.

Una società che ci trasforma in romantici barboni.  Forse è meglio fuggire, in un viaggio di sola andata oppure  ricercare come  Corto Maltese con le sue cartine, le sue mappe e le rotte un rientro…

Lascia un commento

Assicurati di inserire le informazioni necessarie ove indicato. Il codice HTML non e' consentito.