lunedì, Settembre 16, 2019
banner_cer
banner_unipace
gazebi_txt_3600
banner_grande_veritas

REGGIO CALABRIA – Alloggi popolari, percorso della petizione degli 11 milioni di euro dovrebbe ripartire entro settembre

Arriva qualche buona notizia in merito alla Petizone popolare per il ripristino degli  11 milioni di euro del “Decreto Reggio” per l’acquisto di alloggi popolari.

Il presidente del Consiglio comunale, Demetrio Delfino, ha invitato martedì scorso le associaizoni e i movimenti dell’Osservatorio sul disagio abitativo  ad una Conferenza dei capigruppo consiliari.

Purtroppo alla conferenza dei capigruppo non ha partecipato  nessuno dei capigruppo consiliari invitati.

Era presente  l’Osservatorio con una nutrita rappresentanza ed  il presidente del Consiglio Delfino.

L’Osservatorio ha chiesto al presidente Delfino, in continuità con l’impegno del suo ufficio,   di riattivare in tempi brevi il percorso del finanziamento, prevedendo l’inserimento, nel prossimo incontro di Consiglio Comunale, della ratifica della delibera  di Giunta Comunale nr 145 dell’11 luglio 2019, relativa al ripristino degli 11 milioni di euro del “Decreto Reggio” per l’acquisto di alloggi da assegnare alle famiglie a basso reddito.

Alle scuse del Presidente D. Delfino  per l’assenza di tutti i  capigruppo consiliari, è seguita la rassicurazione di inserire, entro settembre 2019, all’ordine del giorno del Consiglio Comunale la ratifica della delibera di Giunta sugli 11 milioni di euro.  Per il presidente Delfino questo potrà avvenire solo dopo che la  prima Commissione “Assetto del territorio” avrà espresso il proprio parere  sul tema.

Dal canto suo, il presidente della Prima  Commissione, G. Sera, incontrato dall’Osservatorio nello stesso pomeriggio di martedì scorso, si è impegnato ad inserire e a discutere il tema degli 11 milioni di euro  nella Commissione comunale non appena avrà ricevuto dall’Ufficio Giunta la relativa pratica.  Difatti,  fino al 10 settembre scorso, la relativa documentazione non era ancora giunta in Commissione.

Si auspica che si provveda al più presto all’invio della documentazione necessaria alla Prima Commissione  e che i Consiglieri comunali della stessa, una volta ricevuta la documentazione, provvedano celermente a discutere il tema.  Il Presidente Delfino potrà così inserire la discussione in Consiglio entro il mese di settembre.

Decine di  famiglie a basso reddito,  vincitrici del bando 2005 ed in emergenza abitativa,  hanno  già subíto sulla propria pelle la decisione del 2016 di stornare il finanziamento di 11 milioni di euro che avrebbe garantito la casa a oltre cento nuclei familiari.

Pertanto  la contromisura a quella  decisione  dovrà  essere applicata nei tempi più brevi possibili ed esclusivamente a favore della politica degli alloggi popolari.

Questo per garantire il diritto alla casa alle fasce economicamente più deboli della popolazione, quelle che spesso la politica ignora ma che in assoluto continuano a pagare il costo sociale più alto.