giovedì 2 Aprile 2020
banner_cer
UNIPACE_OK
gazebi_txt_3600
banner_grande_veritas

REGGIO – Il derby è ancora Amaranto

Un’altra vittoria, l’ennesima in questo campionato, per i ragazzi di mister Toscano che superano di misura i cugini catanzaresi in un match molto combattuto e da subito caratterizzato da un ottimo arbitraggio “all’inglese”. Nella prima frazione le due squadre si danno battaglia in ogni angolo del campo e la linea difensiva amaranto da dimostrazione dei numeri che sin qui ha prodotto. Impenetrabile. La partita si decide nella ripresa soprattutto grazie all’ennesima buona lettura di Mimmo Toscano che getta nella mischia Abdu Doumbia. Il francese ci mette appena 5 minuti a rompere gli equilibri mandando fuori tempo con un finta Martinelli e crossando magistralmente per Rivas che da due passi realizza facilmente la rete del vantaggio reggino. I ragazzi in maglia amaranto continuano a giocare con grande intensità e in altre due occasioni potrebbero chiudere la partita ma mancano nell’ultima stoccata. La gara diventa molto spezzettata e i giallorossi faticano in avanti. L’unica occasione degna di nota per il catanzaro arriva al novantesimo ma come nella partita d’andata i sogni di gloria giallorossi si infrangono sul palo. Celiento mette un buon pallone in area, Di Piazza manca l’impatto con il pallone che sfila sul secondo palo dove  è appostato Carlini che in tuffo di testa a due passi  dalla porta colpisce il montante. Al triplice fischio, purtroppo, il solito Auteri crea ad arte la polemica per spostare l’attenzione dall’evanescenza della sua squadra rifiutandosi a fine partite di stringere la mano a Toscano. Antisportivo.

Nel frattempo il Bari viene fermato in trasferta dalla Ternana sul 2a2 e cosi la Reggina allunga ancora in classifica portando il suo vantaggio a +10. Il sogno si avvicina e una città intera sogna.