CATANZARO-Ursino a Belcaro su ipotesi Comune in Procedura d’infrazione: “Fa solo allarmismo”

Il consigliere comunale Antonio Ursino (Catanzaro da vivere) ha replicato a Nunzio Belcaro:

“Mi chiedevo se fosse mai possibile raschiare il fondo del barile dell’inutilità quando mi sono imbattuto nell’interrogazione sul nuovo depuratore presentata dal consigliere d’opposizione Nunzio Belcaro. Il collega, forse scocciato dalla sua completa assenza nel dibattito, ha trovato il modo di farsi notare spargendo falsità colossali. La prima riguarda la presunta procedura d’infrazione aperta su Catanzaro dall’Ue: non è, né può essere vero, perché altrimenti la Regione non avrebbe mai stanziato i fondi per la realizzazione del nuovo depuratore, come invece ha fatto.

L’altra riguarda il grido di “al lupo al lupo” lanciato sulla funzionalità della piattaforma depurativa attualmente esistente e, sottolineo io, perfettamente operante. Mi chiedo, semmai, se Belcaro si sia accorto che i lavori eseguiti sull’impianto nei mesi scorsi hanno garantito il corretto funzionamento del depuratore, che non ha più dato problemi. Sinceramente, l’intervento di Belcaro mi ha sorpreso e lasciato perplesso, perché non pensavo fosse capace di mistificare la realtà, cercando di allarmare le persone, come facevano i suoi illustri predecessori e mentori in Consiglio. Evidentemente mi sbagliavo proprio come sbaglia lui a cercare la polemica di piccolo cabotaggio e a puntare su un “revanscismo” di quartiere che non fa bene alla città e ai cittadini”.

(red.)