CONDOFURI (RC) – Il Commissariato di P.S. di Condofuri esegue due arresti in flagranza dei reati di detenzione abusiva di armi clandestine e detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio.

Gli Agenti della Polizia di Stato del Commissariato di P.S. di Condofuri, coadiuvati dalle unità cinofile della Questura di Reggio Calabria, nel corso di un servizio specificamente predisposto  per il contrasto al crimine nel territorio di competenza, hanno tratto in arresto in flagranza di reato  due uomini, responsabili l’uno di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e l’altro di  detenzione abusiva di armi clandestine e munizioni. Nel corso delle operazioni, durante le quali si è proceduto ad attività di perquisizioni  domiciliari, presso l’abitazione di un 42enne pregiudicato sono stati rinvenuti 93 grammi di  sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in dosi, un bilancino di precisione ed altro  materiale utile al confezionamento della droga, e presso la residenza di un 73enne con precedenti di  polizia sono state trovate armi e munizioni clandestine. In particolare, in questo secondo caso, i poliziotti hanno rinvenuto, abilmente occultate in  strutture adibite a dimora di animali da cortile, 2 pistole, di cui una di fabbricazione cecoslovacca, 1  silenziatore per pistola, 2 fucili con matricola abrasa, 1 fucile ad aria compressa e varie munizioni di  diverso calibro. L’autorità Giudiziaria competente ha convalidato gli arresti e disposto per il primo soggetto  la misura degli arresti domiciliari, e per il secondo la misura dell’obbligo di presentazione alla P.G. I risultati ottenuti sono il frutto del costante impegno posto dalla Polizia di Stato per la  repressione e prevenzione dei reati, realizzate attraverso servizi specifici predisposti in territori  fortemente interessati da fenomeni criminali.