domenica 23 Febbraio 2020
banner_cer
UNIPACE_OK
gazebi_txt_3600
banner_grande_veritas

COSENZA – Conferenza stampa giorno 13 Febbraio, ore 11.00 presso il Museo dei Brettii e degli Enotri.

“RITROVIAMOCI. ALLA RADICE DEL PRESENTE”, AL VIA IL PRIMO CICLO DI INCONTRI GRATUITI nell’ambito del progetto CoSenza stress, promosso dalla Rete olistica Cosentina, R.O.C. 

La Rete Olistica Cosentina (R.O.C. ) è lieta di invitare gli organi di stampa alla presentazione di “Co-senza Stress”. Nell’ambito del progetto si svolgerà un ciclo di incontri gratuiti dal titolo “Ritroviamoci. Alla ra- dice del presente”, patrocinato dalle Amministrazioni Comunali di Cosenza e di Rende, e aperto a chiun- que desideri intraprendere un viaggio alla ricerca di sé. 

La Rete Olistica Cosentina (R.O.C. ), è un collettivo di Associazioni che da anni si occupano di benessere, consapevolezza e crescita personale: Kirone, Espande, Euterpe, MAC Yoga, Madre Terra, Hoplà, promuo- vono sul nostro territorio incontri, attività ed esperienze laboratoriali per sensibilizzare a un approccio cul- turale e spirituale che ponga al centro la persona nella sua interezza. 

Nel corso della Conferenza stampa che si terrà giorno 13 Febbraio , alle ore 11.00 presso il Museo dei Brettii e degli Enotri, Giuseppe Pagliaro, psicologo a orientamento olistico, coordinatore dalla Rete Oli- stica, coadiuvato da altri professionisti del settore, presenterà nel dettaglio il calendario delle attività che avranno inizio il prossimo 16 febbraio, alle ore 10,00 al Museo dei Bretti e degli Enotri. 

È prevista la partecipazione di Alessandra De Rosa , Presidente della commissione Cultura, di Marilena Cerzoso, Direttrice del Museo dei Brettii e degli Enotri e di Roberto Sottile, curatore del Museo del Pre- sente. 

Il primo ciclo di incontri “Ritroviamoci alla radice del presente” si terrà tra febbraio e giugno 2020, presso il Museo dei Brettii e degli Enotri ed il Museo del Presente. La scelta delle sedi non ha solo una valenza simbolica, ma sarà parte integrante delle attività che, in vari momenti, si intrecceranno con esposizioni ed eventi museali. Il ricco programma prevede workshop esperienziali, incontri di gruppo, attività laboratoriali, proiezioni e seminari d’approfondimento. I conduttori nel corso delle diverse giornate faranno ricorso a un’ampia varietà di approcci: Meditazione, Yoga, Rilassamento, Bioenergetica, Psicosomatica, Pedagogia teatrale, Musicoterapia, Arti Espressive vocali e corporee, Pratiche tradizionali di varie culture, Auto-indagine, Comunicazione empatica, campane tibe- tane, etc.. Scopo dell’intero progetto è, infatti, offrire ai partecipanti strumenti che contribuiscano a contrastare indi- vidualismo, chiusura e isolamento caratteristici di questo particolare momento storico promuovendo la ricerca di nuovi stili di vita, più orientati al benessere interiore, alle relazioni consapevoli e ad un rapporto più intimo e rispettoso con la natura.