CROSIA (CS) – SPIAGGIA, ECCO TUTTE LE PRESCRIZIONI ANTI-COVID

Estate, le spiagge di Crosia Bandiera verde 2020 organizzate per far fronte all’emergenza Covid. Il sindaco Russo nei giorni scorsi ha firmato l’ordinanza che regolamenta l’utilizzo dell’arenile e delle concessioni demaniali. Al mare con il distanziamento sociale e con le mascherine se non si è da soli. Consentiti gli sport acquatici individuali e quelli di gruppo solo se si rispettano le disposizioni generali imposte dall’Istituto superiore di sanità. Un’attenzione particolare anche per i bambini e le famiglie che dovranno trovare nelle strutture attrezzate adeguate attività ludiche mirate alla formazione e alla sensibilizzazione sulla prevenzione anti covid. Sul rispetto di tutte le prescrizione il Comune attiverà uno specifico reparto di vigilanza della Polizia locale supportato da volontari.

 Ecco cosa prevede l’ordinanza N.180/2020 del sindaco di Crosia Antonio Russo e tutte le regole comportamentali per l’utilizzo delle spiaggia.

Per gli stabilimenti balneari – La prima novità riguarda l’utilizzo maggiore del 30% dello spazio canonicamente assegnato per la migliore sistemazione di ombrelloni, sdraio e lettini che dovranno rispettare le distanze di sicurezza. Il maggiore utilizzo delle spiagge, però, sarà vincolato al rispetto degli spazi pubblici che dovranno essere comunque rispettati soprattutto tra stabilimenti adiacenti. Per i lidi, inoltre, è autorizzata la realizzazione di strutture prefabbricate da destinare a bagni e infermerie per un massimo di 25m2. Inoltre i concessionari degli spazi demaniali dovranno garantire adeguata informazione sulle misure di prevenzione in più lingue, dovranno rilevare la temperatura corporea degli ospiti e creare più punti di igienizzazione per le mani. Inoltre, bisognerà privilegiare l’accesso agli stabilimenti attraverso prenotazione. Il personale degli esercizi balneari, inoltre, dovrà essere munito di tutti di dispositivi individuali di sicurezza e dovrà vigilare sul rispetto delle regole anti-contagio.

Per le spiagge libere – I bagnanti troveranno su tutti i varchi di accesso alle spiagge libere un’adeguata tabellonistica sulla quale saranno illustrate in modo esplicativo tutte le direttive in materia di prevenzione e distanziamento sociale e le regole per il corretto utilizzo di ombrelloni, sdraio e lettini. Sulla stessa tabella saranno indicati gli spazi di stazionamento lungo l’arenile. In qualunque caso, ogni area per singolo bagnante o gruppo di bagnanti appartenenti allo stesso nucleo familiare dovrà occupare uno spazio di almeno 10m2. Bisognerà indossare le mascherine e in spiaggia libera non saranno consentiti sport di gruppo.

Indirizzi per bambini e famiglie – coniugando le peculiarità di spiaggia e servizi riconosciute dalla Bandiera Verde con le esigenze sanitarie, l’ordinanza prevede precise prescrizioni anche per l’utilizzo degli spazi marittimi destinati ai bambini e alle famiglie. Innanzitutto i genitori dovranno provvedere all’automonitoraggio delle condizioni di salute dei componenti del nucleo familiare. Per bambini e ragazzi devono essere promosse le misure igienico-comportamentali e le mascherine non saranno obbligatorie per i bambini di età inferiore ai 6 anni. Gli stabilimenti balneari, ove possibile, dovranno incentivare attività ludiche con animatori che privilegino il gioco educativo, mettendo in primo piano la prevenzione.