protesta

ITALIA – Tensioni a Roma per la manifestazione “IoApro”

Si è tenuta a Roma, la protesta di commercianti e ristoratori contro le chiusure imposte dal protocollo sanitario.

La manifestazione non è stata omogenea; vi erano diversi esponenti politici, ma la maggioranza si è presentata in veste apolitica.

Non sono mancati gli attriti con le Forze dell’Ordine, data la tensione suscitata da un periodo estenuante per il nostro tessuto socioeconomico. Alle urla disperate inneggianti la libertà e il lavoro, si è susseguito qualche scontro. Un agente, nel disordine, è stato ferito.

Impropria, a nostro avviso, l’operazione di stigmatizzazione nei confronti dei manifestanti, tacciati di estremismo e irresponsabilità, per la mera cagione di essere senza mascherina e per la presenza di movimenti associati all’ideologia sovranista, tra cui Casapound, e un ragazzo travestito da sciamano, similmente al membro di Q-anon che irruppe al Congresso Usa.

Ricorrente, variamente espressa, la parola “tradimento”; fattualmente comprensibile, considerata la lunga serie di disposizioni controverse e incuranti dei bisogni primari dei cittadini. Dovrebbe essere scontata l’essenzialità del lavoro, soprattutto se ci torna in mente il primo articolo della tanto adulata Costituzione.

Alcuni poliziotti, hanno tolto il casco in segno di solidarietà, ma in un momento in cui la piazza si era svuotata. Essa si configura dunque come una strategia psicologica volta ad un soffice contenimento della massa adirata.

Comments are closed.